Gli azzurri in Brasile: Abate, De Sciglio, Darmian

Di Fabio Marino

Tre giocatori per due posti come terzini nello scacchiere di Prandelli. Il dubbio Abate, la certezza De Sciglio e la scommessa Darmian. Chi la spunterà ?

    Ignazio Abate

Nasce a Sant'Agata de' Goti il 12 novembre 1986, cresce calcisticamente nelle giovanili del Milan con cui esordisce in serie A all’età di 17 anni il 3 dicembre 2003, entrando al posto di Dario Simic nel secondo tempo della partita contro la Sampdoria. Nelle stagioni successive verrà mandato in prestito a Napoli, Sampdoria, Piacenza, Modena, Empoli e Torino, fino al definitivo ritorno al Milan nella stagione 2009-2010.

Nasce come ala destra dotato di grande velocità, ha evoluto il suo gioco fino ad essere oggi un terzino di spinta. Con i rossoneri ha finora collezionato134 presenze in campionato segnando una rete. Nell’ultima stagione non ha particolarmente brillato, si dice per problemi con l’allenatore Clarence Seedorf, ha collezionato solo 19 presenze. Ciò nonostante il CT ha deciso comunque di convocarlo per il Brasile.

Ha esordito in Nazionale l’11 Novembre 2011 nell’amichevole a Breslavia contro la Polonia. Fin qui ha collezionato 19 presenze in azzurro segnando una rete in amichevole contro la Germania.

Dei tre terzini convocati è sicuramente quello con più esperienza internazionale ma la sua titolarità non è così certa. Dubbio.

    Mattia De Sciglio

Corso Istruttore PilatesCorso Istruttore Pilates

Nasce a Milano il 20 ottobre 1992, ha giocato in tutte le categorie giovanili del Milan fino alla promozione in prima squadra nella stagione 2011-2012. Esordisce con i rossoneri in Champions League contro il Viktoria Plzen subentrando proprio ad Abate all’87’. Fin qui ha collezionato 46 presenze in campionato con la maglia del Milan senza mai andare in rete.

Paragonato addirittura a Paolo Maldini per la straordinaria personalità messa in campo nonostante la giovanissima età, può indistintamente giocare sulla fascia destra e sinistra, pur essendo il destro il suo piede naturale. Nell’ultima stagione diversi acciacchi fisici ne hanno limitato l’impiego, in campionato ha totalizzato appena 16 presenze.

Ha esordito in Nazionale il 21 Marzo 2013 nell’amichevole contro il Brasile (2-2) giocata a Ginevra. Da quel momento in poi, quando è stato disponibile, il CT lo ha sempre impiegato come titolare. Fin qui 10 le sue presenze con la maglia azzurra. Certezza.

    Matteo Darmian

Nasce a Legnano il 2 dicembre 1989, cresce nelle giovanili del Milan e debutta con i rossoneri, appena sedicenne, il 28 novembre 2006 nella partita di Coppa Italia Brescia-Milan per sostituire Kaladze. Nelle stagioni successive giocherà prima in prestito nel Padova in serie B e poi nel Palermo che ne acquisisce la compartecipazione del cartellino. Con i rosanero colleziona 11 presenze in campionato. Nella stagione 2011-2012 Darmian passa in prestito al Torino, società in cui milita attualmente e che ne ha acquistato l’intero cartellino. Con i granata ha fin qui totalizzato 100 presenze in campionato segnando una rete.

Darmian è un terzino completo, abile a difendere ma propositivo anche in fase offensiva, gioca su entrambe le fasce. La consacrazione definitiva è avvenuta proprio in questa stagione dove ha collezionato ben 37 presenze in campionato con il Torino.

Ha esordito in Nazionale nell’amichevole giocata qualche giorno fa contro l’Irlanda, la sua duttilità tattica ha probabilmente convinto Prandelli nel preferire lui al giocatore del Napoli Christian Maggio. Resta da vedere se tremeranno o meno le gambe con il primissimo grande appuntamento internazionale della sua carriera. Scommessa.