La cellula e le sue strutture - seconda parte

Di Pierluigi De Pascalis

Analisi e caratteristiche delle strutture cellulari: l'apparato del Golgi, i lisosomi, i perossisomi, i mitocondri, il nucleo.

Apparato del Golgi

È una struttura presente in misura variabile all'interno della cellula, che può contenere anche diverse centinaia di apparati del Golgi.
È costituito da una serie di cisterne di differenti dimensioni, che ricevono le vescicole rilasciate dal reticolo endoplasmatico (contenenti proteine) e ne modificano le caratteristiche prima di rilasciarle.
Glicoproteine e glicolipidi vengono prodotti in seno all'apparato del Golgi.

I lisosomi

Sono vescicole contenenti un elevato numero di enzimi digestivi, sintetizzati dal reticolo endoplasmatico e modificati dall'apparato del Golgi.
Svolgono una funzione digestiva rispetto a numerose strutture, batteri inglobati da leucociti, strutture cellulari usurate ecc. In alcuni casi si incaricano anche di digerire la cellula stessa che li contiene.

Corso Istruttore Fitness e Body BuildingCorso Istruttore Fitness e Body Building

I perossisomi

Hanno struttura e funzione simile ai lisosomi ma, il loro compito, è di detossificare un gran numero di sostanze.

I mitocondri

Rappresentano le centrali energetiche dell'organismo, la sede della respirazione cellulare. Sono costituiti da una struttura reniforme, rappresentata da una doppia membrana. La membrana interna è ricca di digitazioni e, la produzione energetica, coinvolge proprio il trasporto ionico fra le due membrane. I mitocondri sono la sede dell'estrazione aerobica di energia dai substrati energetici. Hanno un proprio DNA e propri ribosomi.

Il nucleo

Il nucleo della cellula è delimitato da una doppia membrana, porosa per via dei numerosi punti in cui le due membrane si fondono fra loro. I pori che generano sono definiti pori nucleari, e rappresentano la via di transito tra il citoplasma e l'interno del nucleo (nucleoplasma). Il nucleo regola le attività metaboliche e funzionali della cellula, oltre che la sua replicazione.

Nel nucleo è situato il DNA presente in due forme: despiralizzata o altamente organizzata sottoforma di cromosomi. Per il passaggio dall'una all'altra forma i filamenti si avvalgono degli istoni attorno ai quali si organizzano avvolgendosi. Il passaggio dalla forma despiralizzata a quella organizzata avviene quando la cellula si prepara alla divisione.

Ogni cellula è in grado di duplicare il suo DNA. Nel DNA, e precisamente come porzione specializzata dei cromosomi, individuiamo il nucleolo con funzione di organizzare la sintesi proteica (RNA). Scompare nella fase di duplicazione cellulare, nella quale interviene attivamente.

Bibliografia

  1. Biologia umana
    Donald J. Farish
  2. Biologia umana
    AA.VV.
  3. Biologia: la cellula
    AA.VV.
  4. Tutto biologia
    Mansi Marina; Venturi Bianca; Ughi Ettore

Voci glossario

Cellula Mitocondri Sintesi proteica