Pectoral machine

Di Pierluigi De Pascalis

Pectoral machine: descrizione dell'esercizio, dettagli, esercizi alternativi e respirazione

Esecuzione dell'esercizio

Seduti con il dorso alla macchina, la schiena ben aderente, afferrare le impugnature e addurre i gomiti davanti a se. La seduta deve essere regolata in modo tale che la linea immaginaria che passa per i gomiti sia parallela al suolo, e all'altezza dei pettorali.

Respirazione

L'espirazione va eseguita durante l'avvicinamento dei gomiti (fase concentrica), l'inspirazione durante l'abduzione delle braccia (fase eccentrica).

Note

L'utilizzo della macchina permette di lavorare con una resistenza pressoché costante per tutta la fase di adduzione delle braccia. Il muscolo principalmente interessato nel lavoro è il gran pettorale, coadiuvato dai fasci anteriori del deltoide. La particolare posizione assunta permette di inibire l'azione del tricipite, spesso coprotagonista negli esercizi per i pettorali. Inclinando lo schienale vengono maggiormente chiamati in causa i fasci bassi del pettorale. È possibile associare all'esercizio una tappa isometrica se, a conclusione della fase concentrica, si prosegue nell'esercitare la spinta dei gomiti uno contro l'altro.

Esercizi alternativi

Video

Bibliografia

  1. A scuola di fitness
    ; Ed. Calzetti e Mariucci;
  2. Chinesiologia applicata per fitness e bodybuilding
    A. Umili
  3. La forza muscolare. Aspetti fisiologici ed applicazioni pratiche
    Bosco Carmelo
  4. Biomeccanica degli esercizi fisici. Dalla preparazione atletica sportiva al fitness
    Stecchi Alfredo

Voci glossario

Forza