Mosca 1980: fatti, curiosità e aneddoti

Di Redazione

Fatti e cusiosità delle olimpiadi del 1980, gli aneddoti di Mosca 1980

Camera con cimiceIl KGB aveva piazzato in ogni camera cimici per controllare quanto riferito dai giornalisti. Subito dopo aver lasciato le camere, la polizia segreta russa, stava già provvedendo al recupero dei dispositivi da telefoni, divani ecc.

Doping al prosciuttoIl team azzurro di tiro a volo fu controllato come di rito all'arrivo al villaggio olimpico. Il servizio antidroga che stava operando il controllo venne allertato da uno dei cani che si era messo ad abbaiare caontro la valigia dell'emiliano Garagnani. Attimi di panico, fino a scoprire che nella valigia in realtà cera solo un bel prosciutto.