Emozioni di base

Di Pierluigi De Pascalis

Le emozioni di base e la teoria innatista, il fattore fisiologico ed il fattore espressivo.

Positive: Amore, Gioia, Sorpresa

Negative: Rabbia, Tristezza, Paura.

    La misurazione delle emozioni può avvenire lungo tre dimensioni:
  • qualità (positiva – negativa)
  • potenza (forte – debole)
  • attività (alta – bassa)

Corso Istruttore Ginnastica PosturaleCorso Istruttore Ginnastica Posturale

Emozione = potenza motivazionale.

    Fattori:
  • Fisiologico
  • Espressivo
  • Cognitivo

Fattore fisiologicoAmbienti relativi ai processi biochimici. Coinvolgimento del sistema nervoso simpatico, relativamente indipendente dal controllo consapevole.

    Induce cambiamenti relativi a:
  • Respirazione (ritmo)
  • Frequenza cardiaca
  • Pressione sanguigna
  • Salivazione
  • Dilatazione delle pupille
  • Sudorazione
Applicazione principale: la macchina della verità, poiché quando mentiamo siamo emozionati.

Fattore espressivoSi basa sulla teoria che già Darwin nel 1872 aveva formulato e, per la quale, le espressioni facciali che indicano le emozioni sono innate e universali in tutte le razze.

Tesi innatistaStudi transculturali e con soggetti ciechi dalla nascita hanno fatto rilevare che le emozioni vengono espresse con le stesse espressioni facciali. Lo scopo di queste ultime è dunque di tipo comunicativo. Gli altri comportamenti utilizzati per esprimere emozioni sono:

  • Gesti (determinati dalla cultura)
  • Postura
  • Trasalimento
Applicazione: contrasto fra comportamenti espressivi come indice di menzogna.

Bibliografia

  1. Bambini, adulti, anziani e ritardo mentale
    L. Cottini
  2. Psicomotricità. Valutazione e metodi nell'intervento
    L. Cottini
  3. Didattica speciale e integrazione scolastica
    L. Cottini