Curl ai cavi

Di Pierluigi De Pascalis

Curl ai cavi: descrizione dell’esercizio, analisi dei muscoli coinvolti, corretta esecuzione nell'allenamento dei bicipiti

Esecuzione dell'esercizio

Stando in piedi, gambe leggermente divaricate, afferrare l'apposita impugnatura col palmo della mano rivolto verso l'alto ed effettuare una flessione dell'avambraccio, accompagnare gradualmente il ritorno al punto di partenza nel corso della fase eccentrica.

Respirazione

L'espirazione avviene nella fase concentrica dell'esercizio, accompagnando l'esecuzione del gesto, l'inspirazione nella fase opposta.

Dettagli

Le opinioni dei nostri studentiLe opinioni dei nostri studenti

È simile al curl in piedi con manubri, col vantaggio che la resistenza offerta dalla macchina resta maggiormente costante per intensità e direzione anche ad avambraccio flesso, risulta essere un lavoro maggiormente (anche se non propriamente) isotonico e può essere svolto anche con impugnatura inversa.

Il principale muscolo coinvolto è ovviamente il bicipite brachiale, ma il lavoro è coadiuvato dagli altri flessori: brachiale e brachioradiale. È possibile effettuare il medesimo lavoro con entrambe le braccia mediante l'uso dell'apposita barra, in questo caso occorrerà rispettare un passo tra le mani simile a quello delle spalle, palmi rivolti verso l'alto, si procederà effettuando una flessione dell'avambraccio e portando in alto l'impugnatura. La sollecitazione del capo lungo e del capo breve può essere modulata variando la posizione della mani secondo quanto già descritto nel curl in piedi con bilanciere. È da segnalare l'intervento stabilizzatore dei muscoli della spalla.

Video

Bibliografia

  1. A scuola di fitness
    ; Ed. Calzetti e Mariucci;
  2. Chinesiologia applicata per fitness e bodybuilding
    A. Umili
  3. La forza muscolare. Aspetti fisiologici ed applicazioni pratiche
    Bosco Carmelo
  4. Biomeccanica degli esercizi fisici. Dalla preparazione atletica sportiva al fitness
    Stecchi Alfredo

Voci glossario

Forza