Le eliminate: SVIZZERA

Di Graziano Carlo Carugo Campi

Mondiale deludente per gli elvetici

Considerando che la Svizzera era considerata testa di serie in questo mondiale, non si può che definire fallimentare l'avventura elvetica in Brasile. La squadra, allenata dal "vecchio" Ottmar Hitzfeld ha lavorato molto in questi anni, naturalizzando tutto il naturalizzabile possibile in modo da avere una squadra competitiva a livello mondiale.


I risultati non si sono visti, con la sconfitta disastrosa contro la Francia che ha evidenziato limiti di una formazione che contro l'Argentina agli ottavi ha dimostrato di essere stata costruita e pensata solo per avere una buona solidità difensiva.


Il nuovo tecnico sarà Vladimir Petkovic, che potrà contare su una rosa comunque valida: da trovare i pezzi mancanti per trasformare una buona squadra in una contendente al titolo Europeo.


Tra i pali Diego Benaglio (30 anni) ha dato prova di solidità. Insieme a lui Stephan Lichtsteiner può ambire ad essere ancora un giocatore importante per la difesa della Svizzera. Il giovane emergente è il terzino sinistro del Wolfsburg, Ricardo Rodriguez (21 anni). Seppur non siano vecchi, sembrano aver già dato il meglio della propria carriera Ziegler (28), Von Bergen (31) e Senderos (29) mentre Johan Djourou non è parso un fenomeno. Dietro a loro sarà fondamentale la crescita di Lang (23) e Schar (22). Da non sottovalutare anche il futuro di Silvan Widmer (21), dell'Udinese, che non è andato in Brasile.


A centrocampo è mancato un regista: il trio di "napoletani" formato da Dzemaili (28), Behrami (29) e Inler (30) ha garantito solidità ma poco fosforo in fase di impostazione, molto dipenderà dalla crescita di Xhaka (21) e Shaqiri (22), che dovranno diventare i fari della squadra in avanti. Occhio anche a Pajtim Kasami (22) e Steven Zuber (22), che militano in Grecia e in Russia.


In attacco, assente Derdiyok, che ben aveva impressionato agli europei, ha fatto benino Haris Seferovic (22), già visto in Italia e Josip Drmic (21): sono calciatori giovani con ampi margini di miglioramento, che ben si possono integrare con Gavranovic (24) e Mehmedi (23).


Squadra solida e destinata a un futuro brillante. Soprattutto se continuerà a naturalizzare stranieri provenienti da mezzo mondo.

Voci glossario

Fosforo