La Flop 11 della prima giornata

Di Graziano Carlo Carugo Campi

Ecco chi, dopo la prima giornata, ha fatto peggio in questo mondiale

Abbiamo selezionato i peggiori undici giocatori, ruolo per ruolo, che hanno giocato la prima giornata del mondiale (nei vari gruppi):

Portiere: Igor Akinfeev (RUSSIA) - La sua papera contro la Corea del Sud ha mandato su tutte le furie Fabio Capello. Lui si è scusato coi compagni: adesso deve dimostrare di essere sereno e pronto a ripartire. Insieme a lui citiamo anche lo spagnolo Casillas, disastroso contro l'Olanda.

Terzino destro: Mauricio Isla (CILE) - Continua a dimostrare che i 18 milioni spesi per lui dalla Juventus sono stati uno dei più grandi errori di mercato degli ultimi dieci anni.

Difensore centrale: Pique (SPAGNA) - Disastroso insieme al compagno di reparto Sergio Ramos nella partita contro la Spagna. I due centrali sono apparsi lenti e impacciati. Solo la debacle di altre squadre impedisce di inserire entrambi in questa "classifica della vergogna".

Difensore centrale: Pepe (PORTOGALLO) - Il cartellino rosso, che probabilmente gli costerà parecchio in questo mondiale, forse non è meritato, ma la sua fama l'ha preceduto: poteva benissimo evitare il battibecco che gli è costato l'espulsione.

Terzino sinistro: Marcelo (BRASILE) - Il suo autogol rischia di mettere KO il Brasile. Fortunatamente per Scolari e i suoi, ci pensa l'arbitro Nishimura, che merita comunque una menzione in questa classifica. Ad honorem.

Centrocampista: Wilson Palacios (HONDURAS) - Prende un giallo per fallo con litigio contro Pogba (poteva starci il rosso per entrambi), poi commette il fallo di rigore che sblocca la partita per i francesi, facendosi pure espellere per doppia ammonizione.

Regista: Xavi (SPAGNA) - L'impressione è che per un mostro sacro del calcio mondiale la stanchezza inizi a farsi sentire. Insieme a Xabi Alonso non riesce a far filtor davanti alla difesa della Spagna, che capitola contro l'Olanda in maniera disastrosa.

Centrocampista: Saphir Taider (ALGERIA) - Contro il Belgio è chiamato a fare filtro a centrocampo ma non convince, crollando nel finale di gara.

Attaccante: Nani (PORTOGALLO) - Contro la Germania fa capire perchè il Manchester United non vede l'ora di mandarlo via: confusionario e egoista.

Attaccante: Gekas (GRECIA) - La sua partita si può riassumere nel gol sbagliato a porta vuota, qualche secondo prima di venire sostituito dal suo allenatore, per disperazione.

Attaccante: Fred (BRASILE) - Oltre alla simulazione nella partita contro il Camerun, si ha l'impressione che il centravanti del Brasile sia il vero punto debole di questa squadra.