Hong Myung Bo, allenatore della Corea del Sud

Di Graziano Carlo Carugo Campi

Hong Myung Bo riceve il testimone da Choi Kang Hee, che ha abbandonato la selezione della Corea del Sud dopo la stentata qualificazione al Mondiale di Brasile 2014. Storico difensore della Nazionale schiera la squadra con 4-2-3-1 offensivo

L'allenatore che ha portato la Corea del Sud, con qualche difficoltà di troppo, a qualificarsi per il mondiale brasiliano, ottava qualificazione consecutiva per i coreani, è Choi Kang Hee che tuttavia aveva chiesto espressamente di far terminare il suo contratto dopo la fase di qualificazione, rinunciando de facto alla possibilità di allenare la sua nazionale ai mondiali.

Al suo posto si è scelto di affidare la squadra a uno che è stato protagonista in ben quattro degli otto mondiali consecutivi disputati dalla nazionale coreana: Hong Myung Bo. Difensore centrale o libero, ha capitanato la sua nazionale nel mondiale del 2002, tenutosi in Corea e Giappone e ad oggi è considerato il più forte difensore coreano di tutti i tempi ed è stato selezionato dalla Fifa tra i 100 calciatori più forti di tutti i tempi ancora in vita.

Apprezzato non solo per le capacità atletiche e tecniche, ma anche per il carisma e la leadership che ne hanno sempre fatto un indiscusso trascinatore sia durante la partita che durante gli allenamenti.

Corso Istruttore Hatha Yoga per il FitnessCorso Istruttore Hatha Yoga per il Fitness

Nato a Seoul, il 12 febbraio 1969, alto 1 metro e 82, ha militato in patria nei Pohang Steelers. All'estero ha giocato in Giappone, con la maglia prima dei Bellmare Hiratsuka e poi dei Kashiwa Reysol. Dopo un breve ritorno in patria nel 2002, nel 2003, al termine del mondiale nippo-coreano si trasferisce negli Stati Uniti, alla corte dei Los Angeles Galaxy, squadra con la quale chiuderà la carriera da calciatore nel 2004, a 35 anni, dopo essere stato selezionato anche per l'All Star Team della Major League Soccer.

Nel 2005 ha iniziato la carriera da vice allenatore proprio con la sua nazionale, guidata ai tempi da Dick Advocaat: con la Corea del sud ha partecipato, in veste di vice, anche ai mondiali del 2006. Dopo la coppa d'Asia 2007 ha iniziato la carriera di assistente delle giovanili, con l'under 23, prima di prendere l'incarico dell'under 20, nel 2009 e ancora dell'Under 23, stavolta come primo allenatore.

Passato come assistente all'Anzhi Makhachkala nel 2012, al termine delle qualifcazioni al mondiale brasiliano ha preso l'incarico di guidare la sua nazionale all'edizione iridata del 2014.

Predilige schierare un 4-2-3-1 molto offensivo, lasciando libertà di azione ai suoi trequartisti, ma durante il mondiale potrebbe decidere di variare schema tattico, per andare incontro alle caratteristiche dei suoi avversari.