Niko Kovac, allenatore della Croazia

Di Graziano Carlo Carugo Campi

Nato in Germania ma di nazionalità croata, Niko Kovac ha vissuto la sua carriera da calciatore per lo più nel campionato tedesco. Ha sostituito il collega Igor Stimac prima dello spareggio contro l'Islanda

Dopo il terzo posto di Francia '98, ottenuto con una squadra stellare, la Croazia ha sempre deluso nelle grandi competizioni internazionali, culminando nella mancata qualificazione ai mondiali del 2010.

Niko Kovac, nato il 15 ottobre del 1971, ha vissuto in prima persona i successi e i fallimenti della nazionale croata: prima di ritirarsi, nel 2008, è stato uno dei protagonisti della nazionale croata. Centrocampista di contenimento, fratello di Robert Kovac, difensore centrale che ha militato anche in Italia, con la Juventus, Niko Kovac ha giocato principalmente in Germania: nato a Berlino Ovest da una famiglia originaria di Livno (oggi in Bosnia), Kovac ha indossato la maglia della sua nazionale per la prima volta nel 1996, diventandone il capitano nei mondiali del 2006 e agli europei del 2008.

Corso Istruttore Fitness e Body BuildingCorso Istruttore Fitness e Body Building

Da calciatore, ha giocato ad alti livelli con Herta Berlino, Bayer Leverkusen, Amburgo, Bayern Monaco e ancora Herta Berlino, prima di chiudere la carriera in Austria, con il Red Bull Salisburgo.

Iniziata la carriera da assistente allenatore proprio in Austria, nel gennaio 2013 è stato chiamato ad allenare l'under 21 croata, prima di prendere in mano la squadra maggiore ad ottobre, quando ha rimpiazzato Igor Stimac poco prima dello spareggio per la qualificazione ai mondiali con l'Islanda.

Niko Kovac ha oggi un contratto biennale per guidare la nazionale ai mondiali Brasiliani e fino agli Europei del 2016. Ama giocare con un 4-5-1 che dispiega due terzini di spinta, un mediano davanti alla difesa pronto a scalare e due mezzepunte in grado di svariare su tutto il fronte di attacco, dando imprevedibilità alla manovra.