Luis Fernando Suarez, allenatore dell'Honduras

Di Graziano Carlo Carugo Campi

Eroe nazionale in Ecuador quando si qualifica al Mondiale 2006, è costretto alle dimissioni quando non ripete i risultati ottenuti. Alla guida dell'Honduras dal 2011 ha conseguito una qualificazione insperata, addirittura superando l'Uruguay

Luis Fernando Suarez nasce a Medellin, in Colombia, il 23 dicembre 1959. Dopo una carriera a discreti livelli come calciatore nel suo paese, da difensore, con la maglia di Atletico Nacional e, per una stagione a fine carriera con il Deportivo Pereira, intraprende gli studi per diventare allenatore, professione che coronerà con l'esordio, nel 1999, alla guida dell'Atletico Nacional, con il quale vincerà subito il campionato.

Seguono altre due stagioni in Colombia, con il Deportivo Cali e il Deportes Tolima, prima del trasferimento all'Aucas, nel 2003, in Ecuador.

Nel 2004 prova la prima avventura internazionale, accettando di allenare la selezione ecuadoregna, squadra che porterà alla qualificazione per i mondiali del 2006.

Con la squadra sudamericana, alla seconda qualificazione mondiale consecutiva, raggiungerà lo storico risultato della qualificazione per i sedicesimi di finale, passando un girone composto da Costarica, Polonia e Inghilterra.

Assurto allo status di eroe nel paese sudamericano, nella seguente coppa America i risultati non arrivano e, dopo un pessimo inizio nel girone di qualificazione ai mondiali del 2010, è costretto alle dimissioni.

Ritornato nel 2008 ad allenare l'Aucas, l'anno seguente torna in Colombia, all'Atletico Nacionale e, dopo pochi mesi, passa al Juan Aurich, squadra peruviana che allenerà nel 2009 e nel 2010.

Nel 2011 viene chiamato ad allenare l'Honduras. Sotto la sua guida, la selezione centroamericana ottiene una inaspettata qualificazione per i mondiali del 2014: dietro all'Honduras finiscono le più blasonate Uruguay (arrivata a pari punti ma costretta allo spareggio con la Giordania), Venezuela, Perù, Bolivia e Paraguay, e a soli tre punti dal Cile di Vidal e Sanchez.