I finanziatori occulti delle palestre (è una battuta, sono solo buoni consigli)

Di Redazione

L'ispirazione a scrivere questo articolo mi viene da tutte quelle persone che ho visto iscriversi in palestra o a corsi di fitness, con abbonamenti trimestrali, semestrali, addirittura annuali, per poi clamorosamente mollare dopo 2 settimane e 5 massimo 1

Vi state chiedendo con chi ce l'ho? Chi sono questi fantomatici finanziatori occulti delle palestre?

Non ce l'ho con nessuno. L'ispirazione a scrivere questo articolo mi viene da tutte quelle persone che ho visto iscriversi in palestra o a corsi di fitness, con abbonamenti trimestrali, semestrali, addirittura annuali, per poi clamorosamente mollare dopo 2 settimane e 5 massimo 10 giorni di presenza. Di chi è la colpa di tutto questo? Quali sono i motivi che spingono a pagare cifre anche considerevoli per iscriversi ad un servizio che poi non sfruttiamo? Spesso la colpa viene data alla scarsa determinazione e alla mancanza di tempo, e comunque le responsabilità le attribuiamo soprattutto a noi stessi. Ma non è sempre così.

Io ho imparato con l'esperienza a non alimentare troppo quell'enorme entusiasmo iniziale, che ho notato essere comune a tutti i piu grandi abbandonatori di palestre professionisti. Spesso proprio quell'entusiasmo iniziale, che ci spinge a fare grandi programmi e a sottoscrivere abbonamenti secolari, e la causa di uno dei fattori piu incisivi nel drop out.

La prima settimana facciamo molto di piu di quello che viene detto o scritto nella scheda di allenamento, non usciamo dalla palestra se non stremati o comunque consci di aver dato tutto. Ma quando dopo 2 o 3 giorni ci ritroviamo con dolori a tutti i muscoli del corpo (cliccate qui per informazioni sul DOMS), cervicale "murata" da tutti i nostri sforzi addominali e quant'altro, allora cominciamo a rimandare: oggi non ce la faccio, vado domani. Improvvisamente il tempo comincia a mancare, i nostri grandi progetti vacillano, e in piu, rispetto a prima, abbiamo anche un certo senso di colpa.

L'argomento è piu complesso di quanto sembra, e non è facile programmare il ritorno all'attività fisica di chi è stato per un periodo ti tempo piu o meno lungo "sedentario". L'attività fisica, produce degli effetti, a breve, medio e lungo termine, e cercare gli adattamenti piu fnzionali per la nostra salute, il nostro stile di vita e le nostre carateristiche individuali richiede una programmazione specifica.

Senza annoiare troppo, magari approfondiremo in seguito l'argomento, scrivo solo qualche consiglio secondo le mie opinioni, sperando che possa servire da spunto di riflessione per qualcuno.

Le opinioni dei nostri studentiLe opinioni dei nostri studenti

Dopo un periodo di "vita sedentaria", per programmare il vostro ritorno verso l'attività fisica e il "benessere" rivolgetevi sempre ad un professionista laureato.

Se avete problemi fisici parlatene con lui e mettetelo al corrente di tutto, anche se non vi sembra importante lo è.

Il primo mese (come minimo) è una remise en form, ricordatevi che se uscite stanchi dalla palestra, nei giorni seguenti lo sarete molto di piu. Meglio fermarsi quando sentiamo che potremmo ancora continuare senza problemi.

Prestiamo molta attenzione ai segnali e i feedback provenienti dal nostro corpo. Probabilmente non siamo piu tanto abituati ad "ascoltare il nostro corpo", sforziamoci di interpretare tutti gli eventuali dolorino che insorgono e magari parliamone con il nostro trainer.

Cerchiamo di variare allenamento tutte le volte, è inutile lavorare solo sulle gambe, sui glutei, sugli addominali ecc…

Freniamo l'entusiasmo iniziale, anche se ci da una grande soddisfazione programmare un cambio di vita radicale verso il benessere, i cambi di vita radicale sono difficli da realizzare, e il fallimento crea malconento. Accontentiamoci di poco, quel poco nel tempo, guidati da professionisti seri e preparati diventerà un abitudine irrinunciabile.

Vi sembreranno consigli banali, forse l'ultimo anche negativo, ma almeno per la mia esperienza sono spunti di riflessione molto importanti.

Voci glossario

Allenamento