Valutazione dell'adeguatezza di un esercizio

Di Elisabetta Berardi

Gli elementi utili all'operatore chinesiologico per la determinazione di quanto possa essere adeguato un esercizio nel contesto di un protocollo applicativo.

Al fine di valutare correttamente un esercizio, l'operatore (insegnante di ed. fisica, chinesiologo ecc.), dovrà porsi alcune domande alle quali dare delle risposte:
1. Qual è lo scopo dell'esercizio?
2. Come raggiungere efficacemente il suo scopo?
3. Quali sono le principali azioni articolari e muscolari coinvolte?
4. Quali sono la sua intensità e la sua difficoltà?
5. L'esercizio è adatto per un esecutore medio o un esecutore esperto?
6. L'esercizio presenta elementi di pericolo (lesioni o stiramenti) contro i quali dobbiamo prendere delle precauzioni?
7. L'esercizio può causare degli effetti indesiderati o nocivi?
8. Se l'esercizio presenta delle difficoltà, cosa servirebbe per preparare l'esecutore ad esso?

In una parola, l'essere in grado di rispondere a tali domande implica da parte dell'operatore una grande esperienza frutto di anni e anni di lavoro che lo hanno reso capace di individuare ed analizzare con successo le necessità individuali dei soggetti da lui trattati.

Bibliografia

  1. Clinica ortopedica. Manuale-atlante
    Mancini Attilio; Morlacchi Carlo
  2. Elementi di endocrinologia applicata allo sport
    Fortunio Goffredo; Moretti Costanzo
  3. Posturologia. Regolazione e perturbazioni della stazione eretta
    Gagey Pierre-Marie; Weber Bernhard G.