Rottura del menisco

Di Rocco Di Palma

Interventi rieducativi post traumatici volti al trattamento della rottura del menisco.

È un evento tipico delle situazioni in cui le strutture articolari rimangono intrappolate tra il femore e la tibia e vengono contuse, solitamente per un improvviso movimento flesso-torsione dell'articolazione del ginocchio.
Il menisco favorisce l'articolarità del femore, a superficie convessa, con la tibia, a superficie piatta.
Principalmente bisogna dare stabilità al ginocchio con un rinforzo dei muscoli dell'arto inferiore.
Potenziare il quadricipite, vasto mediale, sartorio, gracile e semitendinoso.
Bisogna lavorare sempre in assenza di dolore e senza raggiungere mai, nel corso del primo mese, la flessione massima del ginocchio.
Preferire esercizi in scarico, es. bike da unire allo stretching.

    Esercizi:
  • Isometria per 5 secondi e 5 sec. di recupero, ginnastica in acqua dopo guarigione della ferita
  • Step
  • Bike
  • Se non si avvertono dolori faremo dopo 6-10 settimane i primi carichi evitando situazioni tipiche della stazione eretta.
  • Leg curl e Leg extension a carico crescente

pressa orizzontale
Pressa orizzontale

Corso Istruttore PilatesCorso Istruttore Pilates

semi squat
Semi squat

abduttori
Abduttori e flessione coscia ai cavi

    Esercizi da non fare:
  • quelli che causano dolore
  • squat completo poiché aumenterà l'instabilità del ginocchio
  • esercizi in rotazione ed in carico, movimenti passivi, applicazione di calore

Controllare gli obiettivi misurando il muscolo a 10cm del margine rotuleo superiore.

Bibliografia

  1. Tecnica della ginnastica medica: scoliosi. Educazione motoria preventiva e compensativa. Scoliosi a
    Pivetta S.; Pivetta M.
  2. Casi clinici in palestra. Vol. 3
    Gambaretti R.
  3. www.sportmedicina.it
  4. it.wikipedia.it